Come si esprime la legge sul marketing multilivello e cosa impone?


Cenni legali,approfondimenti su come gestire correttamente il marketing multilivello
Rispondi
Avatar utente
Mimmo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 63
Iscritto il: 10/01/2019, 14:42
Località: Reggio di Calabria
Stato: Non connesso

Come si esprime la legge sul marketing multilivello e cosa impone?

gen 2019 20 23:24

Messaggio da Mimmo » 20/01/2019, 23:24

Messaggio da Mimmo da Mimmo gen 2019 20 23:24

Facciamo intanto chiarezza su un punto essenziale diradando nebulose,sospetti,dubbi,equivoci ed errate interpretazioni:

Le aziende che praticano il multilevel marketing seguono uno schema simile ma non uguale a quello piramidale, e verosilmente si genera confusione, ma bisogna tenere conto di due fattori fondamentali..
  • Il primo fattore è che i membri appartenenti ad un multilevel marketing in pratica possono guadagnare vendendo i prodotti dell'azienda e possono a loro discrezione fare iscrivere nuovi membri.
  • Il secondo fattore è che i membri di ciascun livello possono guadagnare di più delle persone che le hanno fatte iscrivere.
Le aziende operanti nel settore del multilevel marketing sono perfettamente legali, anche se strutturate quasi come in uno schema piramidale.

Il tutto è regolamentato dalla legge 17 agosto 2005, n. 173 che per comodità si allega al presente messaggio con invito a leggere con la dovuta attenzione:


L'articolo 5 recita:
(Divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi o catene)
1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attività e di strutture di vendita nelle quali l'incentivo economico primario dei componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che sulla loro capacità di vendere o promuovere la vendita di beni o servizi determinati direttamente o attraverso altri componenti la struttura.
2. E' vietata, altresì, la promozione o l'organizzazione di tutte quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, 'catene di Sant'Antonio', che configurano la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto a reclutare si trasferisce all'infinito previo il pagamento di un corrispettivo.
La nostra attività è aderente e soddisfa pienamente i requisiti richiesti dall'articolo 5 della succitata legge per i seguenti motivi:
1)L'incentivo economico personale è legato in maniera direttamente proporzionale e meritocratico alle mie:

a)capacità
b)obiettivi che mi prefiggo
c)intraprendenza
d)ore che dedico al mio lavoro
e)trasparenza.
f)impegno
g)dedizione
h)liceità
In buona sostanza più riuscirò a vendere maggiori saranno i miei guadagni.
Potrò guadagnare, in percentuale, inoltre anche sulle vendite che svilupperanno i soggetti appartenenti alla mia rete.A rigor di logica,se gli stessi non effettuarenno alcuna vendita,il mio guadagno su di loro sarà pari a zero.
2)Questa attività non prevede nessun gioco,nessun piano di sviluppo,nessuna catena,non è richiesto alcun corrispettivo in denaro o contributo "d'ingresso" presente e futuro per accedere e far parte dell'organizzazione.La legge mi permette di reclutare qualsiasi persona nel pieno delle sue capacità e facoltà mentali,proponendo ed illustrando senza alcuna azione coercitiva il progetto.Se intende aderire bene,se la proposta non è di suo interesse/gradimento ci saluteremo.

Attenersi alle regole del forum e nello specifico configurare in modo adeguato i dati personali tramite il pannello PCU.
My Essens ID: Immagine 920073571
Vorresti effettuare acquisti,rinunciando ad essere socio Essens? :botte: Visita il mio E-Shop online,hostato fuori da questo forum>>cliccando qui << :good2:
Sei alla ricerca di un host affidabile,competitivo ed a costi imbattibili? Ecco a te la soluzione.>>clicca qui << :cheers:

Avatar utente
Mimmo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 63
Iscritto il: 10/01/2019, 14:42
Località: Reggio di Calabria
Stato: Non connesso

Re: Come si esprime la legge sul marketing multilivello e cosa impone?

feb 2019 01 09:27

Messaggio da Mimmo » 01/02/2019, 9:27

Messaggio da Mimmo da Mimmo feb 2019 01 09:27

Ulteriori approfondimenti ed osservazioni importanti della legge sui punti salienti.

Il Networker ( Distributore IndipendenteIncaricato alle vendite Procacciatore d’affari ) si occupa della vendita diretta di questi prodotti tramite il semplice passaparola.
L’attivita’ di incaricato alla vendita diretta a domicilio, con o senza vincolo di subordinazione, e’ soggetta all’obbligo del possesso del tesserino di riconoscimento

L’attivita’ di incaricato alla vendita diretta a domicilio senza vincolo di subordinazione puo’ essere altresi’ esercitata, senza necessita’ di stipulare un contratto di agenzia, da soggetti che svolgono l’attivita’ in maniera abituale, ancorche’ non esclusiva, o in maniera occasionale, purche’ incaricati da una o piu’ imprese.
4. La natura dell’attivita’ di cui al comma 3 e’ di carattere occasionale sino al conseguimento di un reddito annuo, derivante da tale attivita’, non superiore a 5.000 euro.
L’incaricato alla vendita diretta a domicilio senza vincolo di subordinazione di cui all’articolo 3, comma 3, ha diritto di recedere dall’incarico, senza obbligo di motivazione, inviando all’impresa affidante una comunicazione, a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento, entro dieci giorni lavorativi dalla stipula dell’atto scritto di cui al comma 2. In tale caso, l’incaricato e’ tenuto a restituire a sua cura e spese i beni e i materiali da dimostrazione eventualmente acquistati e l’impresa, entro trenta giorni dalla restituzione dei beni e dei materiali, rimborsa all’incaricato le somme da questi eventualmente pagate. Il rimborso e’ subordinato all’integrita’ dei beni e dei materiali restituiti.
Nei confronti dell’incaricato alla vendita diretta a domicilio non puo’ essere stabilito alcun obbligo di acquisto:
a) di un qualsiasi ammontare di materiali o di beni commercializzati o distribuiti dall’impresa affidante, ad eccezione dei beni e dei materiali da dimostrazione strumentali alla sua attivita’ che per tipologia e quantita’ sono assimilabili ad un campionario;
6. In aggiunta al diritto di recesso di cui al comma 3, all’incaricato alla vendita diretta a domicilio e’ in ogni caso riconosciuto, in tutte le altre ipotesi di cessazione per qualsiasi causa del rapporto con l’impresa affidante, il diritto di restituzione e, entro trenta giorni, alla rifusione del prezzo relativamente ai beni e ai materiali integri eventualmente posseduti in misura non inferiore al 90 per cento del costo originario.
7. L’incaricato alla vendita diretta a domicilio deve attenersi alle modalita’ e alle condizioni generali di vendita stabilite dall’impresa affidante. In caso contrario, egli e’ responsabile dei danni derivanti dalle condotte difformi da lui adottate rispetto alle modalita’ e alle condizioni di cui al primo periodo.
8. L’incaricato alla vendita diretta a domicilio non ha, salvo espressa autorizzazione scritta, la facolta’ di riscuotere il corrispettivo degli ordinativi di acquisto che abbiano avuto regolare esecuzione presso i privati consumatori ne’ di concedere sconti o dilazioni di pagamento
l’eventuale obbligo del soggetto reclutato di acquistare, dall’impresa organizzatrice o da altro componente la struttura, materiali, beni o servizi, ivi compresi materiali didattici e corsi di formazione, non strettamente inerenti e necessari alla attivita’ commerciale in questione e comunque non proporzionati al volume dell’attivita’ svolta.
:right: In conclusione, riassumendo le cose principali: :finger_left:
• Il reddito della vendita diretta NON è da sommarsi al reddito di altre attività.
• Nella vendita diretta il guadagno è esclusivamente dipendente dalla merce effettivamente venduta.
• L’autoconsumo è consentito solo nel caso di effettivo utilizzo, avere magazzino di prodotti e continuare a comprarne senza vendere i precedenti è vietato.
• Se il reddito è inferiore ai 5000 euro /anno, parliamo di attività occasionale.
• Al superamento dei 5000 euro annuali, gli incaricati alle vendite, sono tenuti all’apertura della partita IVA .
• Il contributo previdenziale e per 1/3 a carico del prestatore con trattenuta da parte del committente e 2/3 a carico del committente.
• Le provvigioni percepite non cumulano con altri eventuali redditi e non devono essere dichiarati.
• L’attività di incaricato alle vendite e FISCALMENTE compatibile con qualunque tipo di attività di lavoro dipendente. L’unica restrizione e fatta per i dipendenti in enti pubblici.

Il testo integrale della presente legge è stato scaricato da internet,non è frutto della mia invenzione.Ho solo evidenziato gli aspetti sostanziali che di seguito approfondirò.Un confronto presso uno studio legale, nel rispetto della Vostra tranquillità, è consigliato.

1)Incaricato-mandatario, anch'egli senza alcun vincolo di subordinazione con l'impresa affidante, che esercita la sua attività in maniera abituale, ancorché non esclusiva, o in maniera occasionale senza necessità di stipulare un contratto di agenzia con l'impresa (in tal caso l'attività si considera occasionale sino al conseguimento di un reddito annuo non superiore a 5.000 euro).
2)Al nuovo membro iscritto, non gli si può imporre l'acquisto di prodotti,eccezion fatta riguardo:starter kit (il campionario con le 60 fragranze ad oggi disponibili) e quanto incluso nel sito Essens.it al menù MATERIALE STAMPATO --->ITALIANO ove è presente il materiale cartaceo, in via semplificativa ed esaustiva: cataloghi,piano marketing etc. I prodotti possono essere suggeriti,ma la scelta di acquisto è sovrana, dunque demandanta alla volontà del membro stesso.
3)Eventi formativi: i kickoff (in gergo calcio d'inizio,ovvero l'inizio di un evento) di Roma,di Bologna e successivi, già pianificati,rappresentano incontri propedeutici per acquisire:strategie,esperienze,novità da chi lavora in questo settore ed ha scritto la storia del nostro brand.Anche qui l'evento è demandato alla scelta di partecipare o meno del membro e l'unica spesa da sostenere altro non è che l'acquisto del biglietto di ingresso.
4)tesserino di riconoscimento:ad oggi,in sua assenza, e per sopperire momentaneamente ci si comporta per come di seguito illustrato:
a) a prescindere dal punto 3 sopra descritto.Il nuovo membro, una volta iscritto, dovrà inviare in tempi celeri dunque SUBITO al seguente indirizzo di posta elettronica:

Codice: Seleziona tutto

registrazione@essens.it
le scansioni di: modulo di iscrizione Essens Club, allegato nella mail di benvenuto, debitamente compilato in ogni sua parte,apponendo le due firme in calce;documento di identità fronte e retro;tessera sanitaria fronte e retro (il nuovo codice fiscale polivalente dotato di microchip).Per l'attività svolta al di fuori della propria abitazione è vivamente consigliato riporre nella valigetta,borsa etc. il modulo di iscrizione ed i documenti sopra descritti in originale.Attenzione ad un piccolo incoveniente cui tutti siamo vittime: se nel modulo di iscrizione abbiamo scritto gli estremi della carta di identità, dobbiamo avere appresso la carta d'identità piuttosto che la patente o il passaporto.Quanto precede è per avere ed esibire,ad un controllo degli organi preposti, la congruenza dei dati. Diversamente, si potrebbero innescare obiezioni.
Inoltre scaricate,stampate da questo link e custoditelo nei documenti sopracitati:
:sh_08: https://www.ambientediritto.it/Legislaz ... 0n.173.htm :sh_08:
il testo integrale della legge, da esibire, se necessario, ed evitare incomprensioni e con pubblici ufficiali (Guardia di Finanza, etc.) e persone fisiche in generale.Siamo fiscalmente,previdenzialmente e legalmente in regola a tutti gli effetti.
5) riscossione corrispettivi per vendita dei prodotti commissionati da terzi (riferimento articolo 4 della succitata legge ed illustrato al comma 8).Noi possiamo vendere tranquillamente i prodotti Essens,perchè ad autorizzarci è stata l'Azienda e lo si evince nel modulo di iscrizione Essens Club al punto 4 che per comodità riporto:
4. Il MEMBRO con la seguente dichiara che comprerà i prodotti ESSENS solo per il proprio bisogno, come per il bisogno dei suoi familiari o amici, e possibilmente intraprenderà una attività commerciale incentrata su una vendita diretta dei prodotti ESSENS unicamente acquistati in conformità alle leggi e alle direttive.
Dunque se acquisto è ovvio che posso vendere e non sono obbligato ad emettere fattura,scontrino fiscale.E' la legge che me lo consente.

Attenersi alle regole del forum e nello specifico configurare in modo adeguato i dati personali tramite il pannello PCU.
My Essens ID: Immagine 920073571
Vorresti effettuare acquisti,rinunciando ad essere socio Essens? :botte: Visita il mio E-Shop online,hostato fuori da questo forum>>cliccando qui << :good2:
Sei alla ricerca di un host affidabile,competitivo ed a costi imbattibili? Ecco a te la soluzione.>>clicca qui << :cheers:

Rispondi